Presentazione Scarceranda & Dibattito su BigData come strumento di controllo

Presentazione del percorso Mind the Gap, un progetto giunto al terzo anno, che vuole mettere in luce i rapporti tra scienza e società.
Il tema di quest anno è la non neutralità della scienza e della
tecnologia, in particolare ci soffermiamo sui meccanismi di gestione di dati, o meglio, di BigData.
La nostra tesi è che nel contesto capitalistico attuale la gestione dei dati genera profitti immensi e che essi siano al contempo uno strumento di controllo e repressione.

Assieme al collettivo AvANa entreremo nel merito della
questione presentando e analizzando, anche nel dettaglio, dei metodi repressivi/preventivi che fanno uso di questi strumenti tecnologici, in particolare:
algoritmi per la previsione delle contestazione e dei disordini
(arxiv.org/pdf/1604.00033 (PDF) (presentato a KDD2016) in cui si
presenta un algoritmo che estraendo dati dai social media fa previsione
sui disordini in sud america.
sistemi di precrimine, qui ci sono molti esempi ma stiamo ancora valutando i più opportuni.
– infine se avanza tempo si potrebbe trattare un caso fuori tema che è l utilizzo delle celle gsm per la localizzazione delle persone, e di come queste tecniche “avanguardistiche” siano potenti strumenti processuali, in senso più attinente si potrebbero trattare dell’utilizzo dei segnali gsm per la localizzazion di folle nelle contestazioni di piazza ed altri esempi.

Officina di Fisica “Roberto Perciballi” Sapienza
Mind the Gap. Festival di Scienza e Società

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *