Un pò meno sporco a la Sapienza

Dopo mesi di lotta unitaria tra lavoratori e lavoratrici delle pulizie e studenti e studentesse dell’università La Sapienza, culminata con l’indizione di due giorni di sciopero, abbiamo imposto alle cooperative Euro&Promos e CoopService di accettare le rivendicazioni portate avanti dalla nostra assemblea:

  • Il ripristino dell’orario continuato, in precedenza arbitrariamente sostituito con quello spezzato. Quest’ultimo contribuiva ad un evidente peggioramento delle condizioni di vita dei lavoratori e delle lavoratrici, costringendo addirittura, nei casi peggiori, al licenziamento.

  • Il ripristino degli assegni familiari, in precedenza indebitamente intascati dalle società.

  • A partire da Gennaio l’adeguamento delle buste paga,che nei mesi passati erano frequentemente soggette a pesanti decurtazioni del tutto ingiustificate.

  • Il rispetto di tutte le norme sulla sicurezza e la fornitura di strumentazioni adeguate. Le lavoratrici erano, ad esempio, fino ad ora costrette ad indossare le divise estive.

Tali risultati sono stati ottenuti attraverso un percorso di autorganizzazione articolato in mesi di presidi, sit-in e mobilitazioni, in aperto contrasto con l’evidente collusione tra dirigenze aziendali e sigle sindacali.

Questa vittoria rappresenta un importante primo passo verso conquiste più ampie e durature, come la completa internalizzazione dei servizi che comporterebbe una riduzione delle spese per l’università e un miglioramento delle condizioni di lavoro. Ed è per questo che invitiamo anche i lavoratori e le lavoratrici degli altri servizi esternalizzati dell’università a condividere in assemblea le loro problematiche ed a partecipare alle prossime iniziative di lotta.

Invitiamo tutti e tutte i lavoratori e le lavoratrici de La Sapienza a festeggiare insieme il risultato ottenuto, Giovedì 2 Febbraio pranzo sociale di fronte al CIAO h 13

SOLO LA LOTTA PAGA, SE NON LO FAI TE NESSUNO LO FARA’ PER TE !!!

Assemblea lavoratrici e lavoratori studenti e studentesse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *